Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

we plan the world of tomorrow.

EN FR IT ES

PEDS 021

Riabilitazione del bacino di carenaggio “2" nel Arsenale di Venezia

INTERVENTI DI MANUTENZIONE PER LA FUNZIONALITÀ E L’ADEGUAMENTO TECNOLOGICO DELLE ATTREZZATURE ESISTENTI A SERVIZIO DEL BACINO DI CARENAGGIO “MEDIO” DELL’ARSENALE NORD DI VENEZIA QUALI GLI IMPIANTI DI BANCHINA, RETI DI SERVIZIO E SISTEMA DI SVUOTAMENTO.


Progetto: Interventi di manutenzione della funzionalità e l’adeguamento tecnologico delle attrezzature esistenti a servizio del Bacino di Carenaggio “Medio” dell’Arsenale Nord di Venezia


Luogo: Venezia, Italia


Cliente: Consorzio Venezia Nuova per conto del Magistrato alle Acque - Ministero dei Lavori Pubblici


Costo totale: € 16.083.650


Servizi: Progetto Preliminare, Definitivo ed Esecutivo


Periodo: 2008



L’Area Nord dell’Arsenale di Venezia è un luogo “chiave” per le attività di gestione e manutenzione del Sistema MO.S.E., previsto a protezione del fenomeno delle “acque alte”della Laguna di Venezia. L'area, oggi utilizzata per attività di carenaggio e manutenzione di navi, è dotata di due bacini di carenaggio (denominati “Medio" e "Grande"), idonei anche per le operazioni di scarico e manutenzione delle paratoie (barriere) del Sistema MO.S.E.

Le strutture nella zona nord dell'Arsenale di Venezia, tra cui il bacino di carenaggio n.2 “Medio” e le circostanti infrastrutture esistenti come l’edificio delle pompe di svuotamento dello stesso, hanno un elevato valore architettonico e artistico in quando la loro costruzione risale al XIX secolo.

I principali interventi che compongono il progetto di restauro e adeguamento delle strutture ed attrezzature a servizio del bacino di carenaggio "Medio”possono essere così sintetizzati:

  • Costruzione di nuove vie di corsa in cemento armato e relativi pali di fondazione (di tipo FRP) a servizio delle nuove gru su rotaie da 20 t, poste su entrambe le sponde del bacino;
  • Riposizionamento e restauro delle esistenti bitte in ghisa e l'installazione di nuovi sistemi di ancoraggio e rinvio dei cavi di ormeggio;
  • Sostituzione di tutti gli argani da 15 ton con costruzione di nuove fondazioni e nuovi sistemi di alimentazione di energia elettrica;
  • Costruzione di un cunicolo in cemento armato,a sezione “bifora”, necessario per l'alloggiamento e la distribuzione di linee elettriche BT e di illuminazione e per le reti "fluidi" (rete antincendio, acqua industriale di riuso e potabile, aria compressa), a servizio delle operazioni di carenaggio;
  • Realizzazione di un sistema di drenaggio delle acque meteoriche ricadenti sull’intera area circostante il bacino di carenaggio e dotazione di un relativo impianto di trattamento delle acque “in continuo” (processi di dissabbiatura e disoleatura dell’intera portata), prima dello scarico in laguna;<>/li
  • Implementazione della distribuzione elettrica in bassa tensione (BT) esistente con l'obiettivo di fornire energia elettrica sia per la configurazione attuale che per quella futura del sito;
  • Ripristino strutturale del collegamento idraulico sotterraneo tra i bacini di carenaggio "Piccolo" (esterno all’area di intervento) e "Medio" e successiva installazione di una pompa sommergibile nel pozzo esistente al fine di controllare il processo di svuotamento del bacino e lo smaltimento di acque di lavorazione da inviare al futuro impianto di trattamento;
  • Predisposizione di un’idonea pavimentazione industriale in cemento armato in relazione ai carichi pesanti, le tipologie di operazioni previste e al progetto architettonico per l'intera Area Nord dell'Arsenale di Venezia;
  • Rinnovamento del sistema di svuotamento del bacino "Medio" attraverso la sostituzione delle pompe verticali esistenti e relativo piping e restauro strutturale ed architettonico dell’edificio

Foto
pag. 1/3
  • PEDS 021 PEDS 021
  • PEDS 050 PEDS 050
  • PEDS 138 PEDS 138