Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

we plan the world of tomorrow.

EN FR IT ES

Veduta aerea del Porto

Cavalcavia della linea ferroviaria del Porto di Al Faw

Un grande ponte ad arco in calcestruzzo sovrasta la grande stazione di smistamento e costituisce l’immagine di riferimento per il grande porto iracheno.


Progetto: Porto di Al Faw – Cavalcavia ferroviario


Luogo: Al-Faw, Iraq


Cliente: Ministero dei Trasporti della Repubblica dell'Iraq


Costo totale: 38,000,000 € (per il ponte ad arco e i viadotti di accesso)


Servizi: Master Plan


Periodo: 2011-2012



Technital è stata incaricata dello studio di uno dei più grandi Terminal Container del mondo.

I servizi di ingegneria per il nuovo Porto di Al Faw comprendono la progettazione di una rete interna di strade di 60 km, il cui asse principale attraversa l’ampia area operativa (dotata di 20 corsie) ed è collegata tramite un importante ponte ad arco.

Gli aspetti architettonici del ponte giocano un ruolo importante nel definire il paesaggio dell’area e ne costituiscono il principale marchio visivo. La forma parabolica permette al ponte di emergere tra le strutture circostanti mentre il doppio arco inclinato da un forte senso di stabilità.

Attraverso lo sviluppo di possibili alternative, rispondenti ai requisiti prestabiliti, è stata identificata la soluzione ottimale, con analisi comparate dei principali attributi funzionali; per il ponte a campata più lunga, la struttura scelta è un ponte ad arco, dove le forze orizzontali sono trasmesse direttamente dall’arco all’impalcato, che costituisce il corrente inferiore. Due arcate inclinate, unite nella sezione in chiave, sospendono il ponte attraverso una serie di pendini.

Il cavalcavia consiste in un ponte ad arco con campate di 226 metri, due campate corte laterali rispetto alla struttura ad arco di lunghezza 17 metri e due viadotti di accesso di lunghezza sui 38 metri.

Il principale vantaggio di una struttura di questo tipo è la forte riduzione delle forze orizzontali trasmesse alle fondazioni su terreno dotato di scarse caratteristiche meccaniche. I carichi verticali che agiscono sul ponte, ovvero il peso proprio, i carichi permanenti e di esercizio, vengono trasmessi all’arcata attraverso pendini posizionati a una distanza di circa 6 metri.

Il ponte ad arco è costruito parte in cemento armato normale e parte in cemento armato precompresso; il ponte è isolato tramite ritegni antisismici ad attrito. La struttura scelta assicura elevata durabilità nel tempo, nonostante le condizioni particolarmente estreme del luogo (vicinanza al mare, sabbia). Per ottenere questo obiettivo, si sono adottate misure particolari, come un calcestruzzo altamente performante per l’intera struttura, un copri-ferro adeguato, una buona protezione per i pendini del ponte e per i cavi di post-tensione. Una delle sfide più importanti è sicuramente collegata alla costruzione delle strutture ad arco, in quanto la struttura di supporto temporanea deve essere resistente, non troppo deformabile e più economica possibile. Tra le varie tecnologie disponibili, la più adatta sembra essere quella che prevede l’utilizzo di tubi di acciaio iniettati di calcestruzzo, noti come CSFT (tubi d’acciaio riempiti di cemento).


Foto
pag. 1/4
  • Veduta aerea del Porto Veduta aerea del Porto
  • Prospetto longitudinale dell'arco del ponte Prospetto longitudinale dell'arco del ponte
  • Veduta prospettica della strada Veduta prospettica della strada
  • Vista prospettica laterale Vista prospettica laterale